Confettura di sambuco di Calabria di Fragiacomo

Confettura di sambuco di Calabria di Fragiacomo

4,00 €
Tasse incluse

Azienda: Fragiacomo
Provenienza: Lamezia
Peso: 220 gr

Quantità
In Stock

 

Politiche per la sicurezza

 

Politiche per le spedizioni

 

Politiche per i resi merce

Azienda: Fragiacomo
Zona di produzione: 
Lamezia Terme
Peso netto:
 
220 gr.
Percentuale di frutta: 
67%
Peso netto:
 220 gr.
Frutta utilizzata: 67 gr per 100 gr di prodotto
Zuccheri totali: 45 gr per 100 gr di prodotto
Ingredienti: 67% di frutta (sambuco) e 33% zucchero di canna
Conservazione: una volta aperto conservare in frigorifero

PRODOTTO ARTIGIANALE FATTO A MANO SECONDO ANTICA RICETTA.

NON CONTIENE: destrosio, aromi artificiali, antiossidante E301 e E300, conservante E252 e E250 e altra chimica che trovate nel 99% dei prodotti in circolazione. Prova a dare un occhiata in etichetta a quello che compri.

La descrizione del sommelier
La confettura di sambuco si abbina deliziosamente con: formaggi stagionati, formaggio brie, formaggio di fossa, formaggio grana o parmigiano, pecorino. Ottima per ripieni biscotti e dolci da forno, soprattutto se utilizzata con la frutta secca, specialmente con le noci.

Il sambuco
o anche Sambucus Nigra nella sua denominazione scientifica, è una pianta molto comune sullo Stivale, solitamente ascritta alla famiglia delle siepi. Le piccole dimensioni, infatti, fanno di questo alberello un vegetale pressoché ubiquitario: lo si trova nei boschi di montagna, nei parchi cittadini, ma anche a ridosso di strade e aree urbane. Oltre alla sua funzione prettamente ornamentale – il sambuco presenta piccoli fiori bianchi e bacche violacee – da sempre è sfruttato nella medicina popolare.
Quali sono le sue proprietà curative? Del sambuco si utilizzano sia la pianta che le bacche, per scopi diversi per l’organismo. Attenzione, però, perché la varietà commestibile non deve essere confusa con il Sambucus ebulus, quest’ultimo alto fino a 1,5 metri e velenoso per l’uomo. Per questo motivo, è sconsigliato ricorrere al fai da te nella raccolta, soprattutto qualora non si avesse dimestichezza con la botanica.

Le bacche di sambuco 
contengono circa il 79 % di acqua, il 16 % di carboidrati, ceneri, proteine, e fibre; per quanto riguarda i sali minerali troviamo il potassio, il calcio, il sodio, il fosforo, il ferro, il magnesio, il rame, lo zinco ed il magnesio. Interessante la presenza di vitamine e precisamente abbiamo: vitamina A, alcune vitamine del gruppo B ( B1, B2, B3, B5, B6 ) e la vitamina C presente in discreta quantità. Lunga la lista degli aminoacidi presenti nel sambuco: acido glutammico, acido aspartico, alanina, arginina, cistina, glicina, isoleucina, lisina, prolina, serina, tirosina, treonina, triptofano e valina quelli presenti in quantità maggiore.

Proprietà e benefici
Il sambuco è una pianta caratterizzata da molte proprietà terapeutiche ed il suo impiego a tal fine risale a tempi molto antichi; della pianta si utilizzano principalmente i fiori, le bacche, le foglie e la corteccia. L’infuso ottenuto con i fiori di sambuco ha proprietà sudorifere ed il loro impiego è consigliato nel trattamento delle malattie legate all’apparato respiratorio; la tisana fatta con fiori di sambuco si utilizza per curare raffreddore, tosse, asma ed anche i reumatismi. Sempre i fiori, grazie alla presenza di flavoni, producono benefici alle vene e all’apparato circolatorio in generale. Le bacche di sambuco invece hanno proprietà principalmente lassative e purgative mentre la corteccia è principalmente impiegata a scopo diuretico e nella cura delle nevralgie e delle cisti. Pare che il decotto ottenuto con fiori e bacche di sambuco insieme abbia proprietà curative e preventive nei confronti dell’arteriosclerosi; per la preparazione fare bollire 100 gr. di fiori e bacche in due litri d’acqua per 20 minuti circa. Una volta raffreddato e filtrato berne per tre volte al giorno un bicchiere per tre settimane. Anche in caso di ascesso ai denti il sambuco può rivelarsi utile con le sue proprietà: è sufficiente pestare in un mortaio una manciata di foglie fresche in unione con un cucchiaio di aceto ed un pizzico di sale e, tramite una garza, applicare il tutto sull’ascesso per un paio di ore.

la medicina tradizionale e in fitoterapia sin da tempi antichissimi, soprattutto perché pare sia un potente antinfiammatorio, oltre che un ottimo diuretico. Inoltre, sembra che agisca sulla produzione di cortisolo dalle ghiandole surrenali che, pur essendo l’ormone dello stress, è utile per preparare il corpo a combattere infezioni e agendi patogeni esterni. È infine un frutto ben digerito, anche se dati effettivi su eventuali intolleranze non sono disponibili, poiché il consumo è limitato rispetto ad altri capisaldi della nutrizione.


L'azienda

CLICCA QUI e scopri altri dettagli su questa azienda nel mio blog.

Fragiacomo
CBG252

Scheda tecnica

FAMIGLIA
Bontà per formaggi
Marmellate e confetture
PRODUTTORE
Fragiacomo
FATTO CON
sambuco
PESO
220 gr

prodotti consigliati

TOP